Asteroide 2005 YU55 si allontana dalla Terra

602-408-20111109_144112_45e9fd65

Asteroide 2005 YU55 si allontana dalla Terra. Prossimo? Nel 2028
Passato a 324.600 chilometri di distanza, controllato dalla Nasa. Dal 1976 è stato il più vicino al nostro pianeta

Washington, 9 nov. (TMNews) – Grande come una portaerei, l’asteroide 2005 Yu55 è stato il più vicino a incrociare l’orbita terrestre dal 1976 a oggi: è passato stanotte a 324.600 chilometri dal nostro pianeta, una distanza inferiore a quella che separa la Terra della Luna e per il prossimo incontro con un corpo celeste di dimensioni analoghe occorrerà attendere il 2028.

Come previsto, il perigeo si è verificato alle 00.28 ora italiane del 9 novembre, sullo zenit del Pacifico: l’asteroide – grosso modo sferico con un diametro di circa 400 metri – non ha avuto alcun effetto gravitazionale rilevabile sul nostro pianeta e rimarrà nei nostri cieli fino a giovedì.

Per poterlo osservare dalla Terra è necessario un telescopio ottico con un obbiettivo di almeno 15 centimetri; la Nasa da parte sua ha mobilitato due osservatori per osservare eventuali strutture superficiali e calcolare con maggior precisione la traiettoria futura dell’asteroide.

Per quel che riguarda futuri “ospiti” nelle immediate vicinanze a suscitare maggior preoccupazione è “Apophis”, le cui visite sono previste nel 2029 e successivamente nel 2036: nella prima occasione (il 13 aprile) il perigeo sarà di “soli” 29.500 chilometri.

L’immagine presente nell’articolo è stata ripresa con un radiotelescopio: qui il link diretto
Di seguito due link ai video (o meglio, alle seguenze di immagini) del passaggio dell’asteroide

http://tiny.cc/ytwr5
http://www.apan.it/pianetini/pub/05yu55/2005YU55.htm

altro link http://www.apan.it/pianetini/pub/05yu55/2005YU55.htm
(queste immagini sono state riprese da Sergio Foglia dall’Osservatorio di Suno, vicino a Novara. Sergio Foglia e’ socio attivo per la ricerca in seno a Gruppo Astrofili Montelupo)

Nota: nei videl del primo link si possono notare dei punti luminosi che hanno traiettorie a zig zag verso il basso: questi puntini non sono ne stelle ne altro tipo di corpo celeste ma solo pixel caldi (Artefatti e non reali oggetti in movimento) dovuti alla camera CCD con cui sono state fatte le fotografie.

Tags: